Home » Blog » Tour gastronomico nel Cilento: Bufala DOP tra Mozzarella, Ricotta ed altri prodotti

Tour gastronomico nel Cilento: Bufala DOP tra Mozzarella, Ricotta ed altri prodotti

Questa settimana ho deciso, insieme a mia moglie e mia figlia, di andare a passare qualche giorno nel cuore del Cilento!

Dopo circa tre ore di viaggio siamo arrivati a Paestum e più precisamente in località Capaccio, dove non ho potuto resistere alla tentazione di fermarmi in un posto favoloso, pieno di prelibatezze: il Caseificio Rivabianca!!!

Questo caseificio a differenza di molti altri della zona, non propone soltanto le famosissime mozzarelle di Bufala Campana DOP in tutte le sue forme e pezzature, ma anche tantissimi altri prodotti di Bufala d’eccellenza come le Ricotte, le Scamorze, i Formaggi a pasta dura e persino la carne di Bufala.

IMG-20160310-WA0007 IMG-20160310-WA0004

Il personale è veramente gentile e preparato, sempre pronto ad ascoltare ed esaudire ogni vostra richiesta ed esigenza di gusto.

E’ inoltre possibile, dopo aver indossato i giusti indumenti da loro forniti, effettuare un Tour del caseificio con un addetto del personale che vi farà da Cicerone spiegandovi i vari passaggi della lavorazione dei loro fantastici prodotti.

IMG-20160310-WA0003 IMG-20160310-WA0001

Una volta finito il mio interessantissimo tour e aver assaggiato prodotti buonissimi ho lasciato questo bellissimo posto non senza aver fatto qualche piccolo acquisto per noi.

In particolare non ho saputo resistere alla tentazione di portarmi a casa la loro buonissima Ricotta di Bufala calda appena fatta avendo già in mente di realizzare una ricetta semplice e gustosa: Fiori di Zucca in tempura ripieni di Ricotta di Bufala Campana DOP e Alici.

IMG-20160223-WA0009

E’ un Caseificio dove certamente tornerò per i loro buonissimi prodotti di Bufala sempre nuovi e freschi e per la loro gentilezza e professionalità!

 

Fiori di Zucca in tempura ripieni di Bufala Campana DOP e Alici

Ingredienti:

Fiori di Zucchina

Ricotta di Bufala Campana DOP

Alici sottolio

Sale e pepe

Farina 00

Fecola di Patate

Birra chiara

Ghiaccio

Olio di semi di Arachidi

Procedimento:

Per realizzare la pastella versate in una ciotola tre cucchiai di farina 00, tre cucchiai di fecola di patate, mezzo bicchiere di birra fredda e quattro cubetti di ghiaccio.

Mischiate con una forchetta di tanto in tanto, i cubetti di ghiaccio man mano che si scioglieranno daranno elasticità conferiranno una consistenza più liquida al composto lasciandolo allo stesso tempo molto freddo.

Mettete all’interno di un tegame l’olio di semi e portatelo a temperatura.

A questo punto private i fiori del loro pistillo facendo attenzione a non romperli, mischiate circa quattro cucchiai di ricotta di Bufala in una ciotola con un pizzico di sale e pepe.

Con l’aiuto di una sacca da pasticcere riempite con molta delicatezza i fiori di zucchina con il composto di ricotta e aggiungete all’interno di ognuno mezzo filetto di alice sgocciolata.

Passate delicatamente i fiori all’interno della tempura avendo l’accortezza di sigillarli con la stessa, immergeteli nell’olio ben caldo per un paio di minuti.

Scolate i vostri fiori di zucchina con l’aiuto di una schiumarola  e poneteli su un foglio di carta per fritti, aggiungete un pizzico di sale e gustateli ben caldi.

Buon appetito!.

 

 

Tour gastronomico nel Cilento: Bufala DOP tra Mozzarella, Ricotta ed altri prodotti ultima modifica: 2016-03-10T15:06:03+00:00 da Veronica Branciamore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Preference Center

Cookie indispensabili

impostare il tuo browser per bloccare questi cookie ma il nostro sito potrebbe non funzionare correttamente.

Sono i cookie indispensabili per il corretto funzionamento del sito e da qui non possono essere disabilitati.

Informazioni di contatto

Vendono utilizzati esclusivamente per completare ordini o richiedere informazioni.

I dati di contatto da voi forniti

Analytics

Questi cookie ci permettono di verificare il numero dei visitatori e di controllare le sorgenti di traffico raccogliendo informazioni in un insieme di dati. Inoltre ci aiutano a comprendere quali prodotti e quali pagine vengono maggiormente visualizzate.